Pietro Gori

Pietro Gori

Canzone di Pietro Gori datata 1898.

O profughi d’Italia a la ventura si va senza rimpianti né paura.

Dei miseri le turbe sollevando fummo d’ogni nazione messi al bando.

Dovunque uno sfruttato si ribelli noi troveremo schiere di fratelli.

Raminghi per le terre e per i mari per un’Idea lasciamo i nostri cari.

Passiam di plebi varie tra i dolori de la nazione umana precursori.

Ma torneranno Italia i tuoi proscritti ad agitar la face dei diritti.

Ogni distico è seguito dal ritornello:

Nostra patria è il mondo intero
nostra legge è la libertà
ed un pensiero
ribelle in cor ci sta.

La diffusione popolare e in forma cantata ha comportato lo sviluppo di numerose varianti ad esempio il ritornello compare anche nella forma:

Nostra patria è il mondo intero
nostra legge è la libertà
ed un pensiero libero
nel cuor sempre ci starà

IDEA  – MONETA – RIFLESSIONI – DOVE VIVEREIMMOBILIVISION