Marco Tullio Cicerone

Marco Tullio Cicerone

 

Quale più alta ragione può avere un uomo coraggioso e aperto di mente per entrare in politica rispetto alla determinazione di non mettere la stessa politica nelle mani dell’uomo debole, per non permettere che lo stato venga sfigurato da tali persone ?
(Marco Tullio Cicerone)

Chiunque può sbagliare ma nessuno, se non è uno sciocco, persevera nell’errore
(Cicerone)

Non c’è male all’infuori della colpa.
(Cicerone)

C’è malvagità in un’intenzione malvagia, anche se l’atto non viene perpetrato.
(Cicerone)

A me interessa più la mia coscienza che l’opinione degli altri.
(Cicerone)

Cicerone e la sua teoria politica (106 a,C./ 43 a. C)
il povero: lavora
il ricco: sfrutta il povero
il soldato: li difende tutti e due
il contribuente: paga per tutti e tre
il vagabondo: si riposa per tutti e quattro
l’ubriacone: beve per tutti e cinque
il banchiere: li imbroglia tutti e sei
l’avvocato: li inganna tutti e sette
il medico: li accoppa tutti e otto
il becchino: li sotterra tutti e nove
il politico: campa alle spalle di tutti e dieci
(Marco Tullio Cicerone)

 

IDEA  – MONETA – ARCHIVIO – RIFLESSIONI – DOVE VIVERE – SVILUPPO

Potrebbero interessarti anche...