Henri-Frédéric Amiel 

Henri-Frédéric Amiel
«Le masse saranno sempre al di sotto della media.
La maggiore età si abbasserà, la barriera del sesso cadrà, e la democrazia arriverà all’assurdo rimettendo la decisione intorno alle cose più grandi ai più incapaci. Sarà la punizione del suo principio astratto dell’uguaglianza, che dispensa l’ignorante di istruirsi, l’imbecille di giudicarsi, il bambino di essere uomo e il delinquente di correggersi. Il diritto pubblico fondato sulla uguaglianza andrà in pezzi a causa delle sue conseguenze. Perché non riconosce la disuguaglianza di valore, di merito, di esperienza, cioè la fatica individuale: culminerà nel trionfo della feccia e dell’appiattimento. L’adorazione delle apparenze si paga. »

Henri-Frédéric Amiel, “Frammenti di diario intimo”, 12 giugno 1871

Essere incompreso da coloro stessi che amiamo, è il calice amaro, la croce della nostra vita. Perciò gli uomini superiori hanno sulle labbra quel sorriso doloroso e triste che tanto ci meraviglia.
(Henri Frederic Amiel)

Il modo più sicuro di sembrare grande e buono, forte e dolce è ancora quello di esserlo.
(Henri Frederic Amiel)

L’uomo che non ha una vita interiore è schiavo del suo ambiente.”
(Henri Frederic Amiel)

Se si aspettasse di sapere prima di parlare non si aprirebbe mai bocca.”
(Henri Frederic Amiel)

Il saggio soltanto trae dalla vita e da ogni età tutto il suo sapore, perché ne sente la bellezza, la dignità e il prezzo.
(Henri Frederic Amiel)

La verità non è solo violata dalle falsità; può essere ugualmente oltraggiata dal silenzio.
(Henri Frederic Amiel)

 

 

IDEA  – MONETA – ARCHIVIO – RIFLESSIONI – DOVE VIVERE – SVILUPPO – VISION