Baldini Armando poesie

Baldini Armando poesie

PENSIERI….VOLANTI!

La fiamma vola in alto leggera

a tempo di musica in un nuovo mondo spera.

L’energia, il coraggio di vivere e di morire

sprona al grande cambiamento,

la nuova era sta giungendo in ampio scorrimento,

veloce, volante

la fiamma dello spirito bussa alla porta

per potervi entrare, bruciare e purificare

tutto il passato che vi è dentro.

Ehi! Sveglia! Sei già nella nuova era!

La fiamma dello spirito profumata

volteggiando leggera ora bisbiglia:

è arrivata la Primavera!

In una nuova vita ora spera!

~~~~~

1982

Dolce canzone del mio cuore

sei armoniosa e pacata da darmi vigore

espanditi in me nell’anima

che dilaga rompendo gli argini

di quei limiti che verso gli altri son sempre vergini.

Come una freccia mi trafiggi

verso di te ora mi crocefiggi.

Il mio cuore con te ora muore

per polverizzarsi in energia

che si espande in tutta l’anima mia

raggiungendo con questa mia coscienza

la felicità della mia presenza.

Chiare note, chiara voce

sii cara sii pura come il fiume alla sua foce.

~~~~~

La mia spiritualità e gioia di vivere

sono racchiuse in me.

Esse non riescono ad uscire,

si scontrano con la programmazione errata della mia vita,

(che ho ricevuto e mi sono dato).

Ma in certi momenti di rilassamento

esse battono e incalzano potentemente

come un grosso martello su di un’incudine,

gocce di quell’immenso oceano di luce ed energia

da cui vengo infinitamente rapito…

~~~~~

Agosto/Settembre 1982

Su e giù

vai e non fermarti mai

ritmo, melodia

questa è la dolcezza dell’anima mia

che prende il mio cuore e lo riempe di magia.

Sento una grande ansia nel mio petto

che distrugge a poco a poco il mio

cuor senza alcun rispetto.

È ansia della vita

che vivo con la mia anima sempre inibita.

Voglia di vivere fino in fondo

provare sensazioni, emozioni

come le parole di certe canzoni.

Voglio non essere io

disintegrarmi e cresceere di nuovo

per formarmi un carattere che ora non trovo.

Perché io della vita sono indifeso

di qualunque cosa il mio cuore resta offeso:

sono come un libro aperto

facile leggermi e usare la mia

anima da inesperto……

ma io so che tu ami la Natura

per il tuo romanticismo sei con lei tutt’una.

E tu consideri solo il mare

ma della campagna non ti devi scordare.

Prova tu piccoletta

ad immedesimarti in un’isoletta

intendo dire di essere smarrita

in mezzo alla campagna

con la tua sensibilità come unica compagna.

E se per un attimo chiudi gli occhi

scopri un altro pianeta

con gli odori e i rumori

che raffinandosi diventano di seta.

~~~~~

Ora che vivo intanto

il mio cuore hai infranto

e in esso l’impedimento

senza ombra di scampo

che tengo sempre dentro

impossibile per me la vita, io sento.

Ma della mia vita non mi pento

anche se di essa non son mica contento

in qualsiasi cosa sempre inciampo

sospeso ad un filo io sono come il vento

esposto al tuono e al lampo

diferndermi intendo

troppo debole io mi sento

esile ed indifeso sono come il campo

e tutto il resto resta d’incanto

vita vissuta per breve tempo

succo ed essenza dell’eterno lembo.

 

IDEA  – MONETA – ARCHIVIO – RIFLESSIONI – DOVE VIVERE – SVILUPPO

Potrebbero interessarti anche...